Posts Tagged ‘PANE SENZA GLUTINE’

Focaccia alla cipolla con grano saraceno

focacciacipolla

Che io ami la farina di grano saraceno integrale non è un segreto, la aggiungo praticamente ovunque. Nel mio impasto preferito della pizza, un quinto è sempre farina di grano saraceno.

Ultimamente però, con la macchina del pane è tutto più semplice e ho iniziato a testare degli impasti con altri ingredienti dentro (come questa ricetta) : non solo farine ma roba che insaporisce tipo spezie o aromi. Questa versione con cipolla e salvia è buonissima!

200 g di Mix Nutrifree per pane

200 g di Mix Revolution per pane

100 g di Farina di Grano Saraceno integrale Nutrifree

335 g di acqua tiepida

3 cucchiai di olio

5 g di sale

1 bustina di lievito secco

1 cipolla

salvia q.b.

Ho impastato la focaccia con il programma impasto pizza della macchina del pane (questa ; mentre qui trovate la versione più vecchia e più economica), aggiungendo agli ingredienti la salvia cipolla tritata che avevo precedentemente ammorbidito in olio caldo. Ovviamente è un impasto che a mano viene benissimo. Ha lievitato in circa 45 minuti e l’ho cotta in forno con la funzione pizza in 10 minuti netti.

Questo impasto è buonissimo, e lo uso ormai spesso anche come base per la normale pizza…la cipolla nell’impasto però gli dà un sapore incredibile e vi assicuro che va via come il pane! L’ho portato ad un compleanno e l’hanno fatto fuori tutti, celiaci e non!

 

Pane bianco con Speck e Salvia

Pane speck e salvia con Panasonic ZX2522

Pane speck e salvia con Panasonic ZX2522

E’ vero, la macchina del pane semplifica estremamente la mia vita. Non c’è niente di più facile: metti tutti gli ingredienti dentro e premi un tasto…1 ora e 50 minuti e sforni un pane fragrante e profumato.

Aiuta anche il buonumore: non c’è niente che più del profumo di pane per casa mi faccia sentire felice. Insieme a quello della pizza ovviamente :D

La verità è che forse è troppo facile, quindi adesso è un continuo di idee che si affollano nella testa per fare dei pani saporiti e morbidi, che vadano ben oltre la solita fetta da mettere a tavola ma che possano essere mangiati anche da soli, come aperitivo o per merenda!

Per gli invitati a pranzo di Socera (che chi mi conosce sa,  è celiaca anche lei), la mamma di Ciriaco, ho quindi preparato questo:

-500 g di Mix per Pane (ho usato Nutrifree)

-430 ml di acqua

-4 fette di speck spesse tagliate a cubetti (accuratamente da Socero)

-salvia quanta ne volete, ma a pezzi piccoli (io ho usata quella leggermente essiccata – vedi alla voce scordata da mia madre negli scaffali, quindi essiccata per disperazione)

1 cucchiaio di paprika dolce

un cucchiaino di sale

una bustina di liivito secco

Versato tutto nel cestello della macchina, programma 19 Dark (perchè potete scegliere se preferite la crosta chiara o scura), ed è venuto fuori un pane pazzesco: morbido, profumato, molto ‘biosciato’….dalla crosta croccante ma dall’interno soffice soffice.

Fortuna che lo dovevo dare a Socera, perchè me lo sarei finito a mani basse senza neanche aspettare il ritorno del Ciriaco!

La macchina che ho io, con 37 programmi di cui 3 specifici per pane, pasta e torte senza glutine (quindi senza ‘riposo’ e con tempi diversi e più adatti alla resa dei mix senza glutine), è questa della Panasonic (mentre qui trovate la versione più vecchia e più economica).

Panificate, gente, panificate!

 

 

 

Pane alle verdure con carote e zucchine

pane-alle-verdure

Da quando è arrivata la macchina del pane (questa) sono cominciati gli esperimenti!

Chi non ha bambini che non amano mangiare le verdure? E avete mai pensato di mettergliele nel pane? No vero? :) :) Ma io sono un genio del male!

In realtà stavo cercando un’idea per fare un pane ricco di fibre e ho pensato di metterci dentro carote e zucchine…e così ho fatto:

1 zucchina grande

2 carote

1 cipolla

Ho prima fatto una julienne molto piccola frullando le verdure nel Bimby e lì le ho cotte per circa 10 minuti insieme ad un cucchiaio di olio (temperatura 100°, velocità 8 per fare la julienne e poi velocità mestolo).

Una volta cotta la julienne, ho messo gli ingredienti del pane nel cestello della macchina del pane e ho aggiunto questi ingredienti, partendo da quelli liquidi:

100 g di farina di quinoa

300 g di Mix B per pane Schar

100 gi di farina di grano saraceno

250 g di julienne di carote e zucchine già cotta

430 ml di acqua

1 cucchiaio di olio

sale qb

1 bustina di lievito secco Schar (lo trovate nella confezione del Mix) – nello scomparto apposito del lievito (che viene prelevato in un secondo momento dalla macchina)

Ho adoperato il programma 19 per il pane senza glutine, quello da 1 ora e 50. Come al solito, programma silenziosissimo ed efficace! Il pane si è un po’ sgonfiato sulla cupola probabilmente perchè gli ingredienti erano un po’ pesanti ma ha lievitato stupendamente e -a differenza del normale pane senza glutine .rimane ben umido e molto morbido anche dopo due giorni. E’ buono anche senza essere scaldato ed è ottimo sia da solo (sembra quasi un dolce!) sia con i salumi sia con un formaggio spalmabile per diventare un’ottima merenda!

Questa la consistenza del pane all’interno:

Pane alle verdure con Panasonic ZX2522

Pane alle verdure con Panasonic ZX2522

Provatelo, magari anche con altre verdure e fatemi sapere!!!

 

 

 

 

Più pane per tutti: Pane morbido semintegrale al Teff

Pane integraleChi mi conosce (bene e di persona) sa che combino certi casini che manco mia figlia di 4 anni. Ecco, questa ricetta era cominciata così e invece è finita nel migliore dei modi: con un pane buonissimo, finora il più spettacolare (secondo i miei gusti personali ovviamente!)!

Mi accingevo infatti a fare una delle ricette (pagnottine) del libro di Olga (che, non mi stancherò mai di dirvelo, dovete avere in casa! Lo trovate qua) quando, praticamente alla prima farina, mi rendo conto che avevo fatto un pasticcio e avevo invertito una dose per un’altra. Visto che avevo già fatto casino, ho continuato cambiando la Nutrifree con la versione Fibra e rendendo il tutto un po’ più integrale dell’originale. Non credo che sia cambiato molto. Di seguito le dosi come le ho incasinate io (ovvero dosi invertite per Glutafin e Nutrifree,  Revolution invece di Glutafin e mix fibra invece di Nutrifree normale), sul libro trovate l’originale.

90 g di latte

285 g di acqua

3 g di lievito di birra secco

25 g di olio di mais

10 g di zucchero di canna

196 g di Mix Revolution per pane

98 g di Mix Fibra Nutrifree

100 g di Farina Teff Avorio Teff Heaven

5 g di sale

Ho impastato per circa 5 minuti nel Bimby con la funzione impasto e ho lasciato a lievitare nel boccale. Una volta raddoppiato, dato che l’impasto era troppo molle per lavorarlo (è una ricetta per la macchina del pane), l’ho versato nello stampo da plumcake, l’ho spennellato come da ricetta di olio e acqua e l’ho cotto nel forno caldo a 200 gradi per circa 25 minuti.

Non vi dico l’aroma che ha sprigionato per casa. Appena sfornato era un vero spettacolo ma anche adesso da freddo è molto morbido e con quel gusto integrale che piace anche a me (che per ragioni di salute ormai devo mangiare SOLO INTEGRALE). La Celiachinaperamore ha gradito molto (e dire che lei il mio pane lo snobba alla grande di solito!!! quindi sicuramente questo sarà uno dei miei preferiti in futuro!!! La prossima versione la provo con il lievito madre però.

A proposito….ve l’ho detto che ho fatto il DNA per la Celiachia e sono risultata positiva? Che dite, cambio il nome del blog da Celiacaperamore a Celiacaperdavvero?

La panificazione continua: Panini all’olio

Copy of into the wild

Come tutti gli ultimi ‘pani’, anche questo viene dal libro di Olga che, se non avete ancora comprato, vi consiglio caldamente. Ormai è il mio migliore amico :). Io ho usato due farine alternative a quelle indicate nel libro, ma sempre dietro sue indicazioni. Inoltre ho usato il lievito madre e fatto lievitare l’impasto tutta la notte!

190 g di Mix Nutrifree per pane

110 g di mix farina Conad

100 g di Farina Revolution per pane

300 g di acqua tiepida

40 g di olio

160 g di lievito madre (o 16 g di lievito di birra)

6 g di sale

1 po’ di zucchero

La mia versione da mamma che non ha tempo di cucinare come sapete è : butta dentro il Bimby tutto quanto e impasta a velocità impasto! Ci sono voluti circa 5 minuti per amalgamare bene l’impasto.Per quella da vere donne di casa, vi rimando al procedimento del libro :D.

Ho quindi lasciato a lievitare una notte intera. Poi ho formato i panini sulla forma delle baguette per tenerli fermi e li ho lasciati a lievitare (nel forno con la lucina accesa) finchè non sono raddoppiati. Li ho quindi spennellati con acqua e olio e su qualcuno ho messo dei semini a piacere.

Ho scaldato il forno a 190° e vi ho posizionato la pietra refrattaria su cui ho cotto i panini per circa 20 minuti. Appena sfornati erano croccanti fuori e morbidi dentro, dopodichè conservati in un sacchettino chiuso si sono conservati benissimo!!!!

1 2 3 4

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
WordPress Backup