Ricordi d’infanzia: La Torta di Nonna Papera (secondo me)

Ti piace? Dillo ai tuoi amici!

Torta di Nonna PaperaVe le ricordate le fumanti torte di Nonna Papera, che regolarmente venivano lasciate sul davanzale a raffreddare e regolarmente venivano rubate da quel fancazzista di Ciccio?

Beh, ovviamente era una tipica pie americana la cui complessità della ricetta non ho ancora sperimentato perchè mi stanco già solo a leggere la ricetta (nel mio caso nel libro di Laurel Evans)…ma io me la sono sempre immaginata così:

La pasta frolla è quella – ormai collaudata – al grano saraceno che uso nei crumble di banana:

BASE

200 g di farina (mix naturale per impasti lievitati)

100 g farina di grano saraceno

2 uova

100 g di zucchero

100 g di burro

RIPIENO

4 mele

4 cucchiai di zucchero

1 cucchiaio di cannella

pinoli q..

succo di limone

CRUMBLE

1 bicchiere di farina di riso

1 bicchiere di zucchero

50 grammi di burro

2 cucchiai di cannella

Io la frolla la faccio in 40 secondi netti con il Bimby ma potete tranquillamente usare il procedimento tradizionale che vuole mixate le farine e lo zucchero con il burro freddissimo, e lavorate insieme alle uova con le mani. Mezz’ora in frigo coperta da una pellicola, e la pasta è pronta per farne due dischi della stessa grandezza.

Nella mezz’ora libera si affettano le mele e si condiscono con zucchero cannella e limone, e si prepara il crumble, sciogliendo in un padellino il burro e aggiungendo gli altri ingredienti finchè non si creano le briciole (crumbles, appunto)

Si mette la prima base nella teglia con la carta forno, si distribuiscono le mele uniformemente, e poi si cosparge tutto con il crumble. Via con il secondo disco a coprire. Bagnando i bordi si chiude meglio. Bucherellate e mettete in forno già caldo a 180 gradi finchè non diventa un poco dorata sopra.

Ecco. Diciamo che Ciccio, ar Ciriaco, je fà un baffo!  Spazzolata in tempo record, questa torta è a dir poco spettacolare. Non sarà l’originale, ma chi se ne frega?

slice

1 Comment on Ricordi d’infanzia: La Torta di Nonna Papera (secondo me)

  1. Spuntine
    19 gennaio 2015 at 21:16 (5 anni ago)

    Si le nonne lasciano quei ricordi che non ti abbandonano mai!! Brava Marci ;-)

    Rispondi

Ti va di lasciare un commento?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
WordPress Backup