Lo strano caso dei fantasmi parlanti – foto reportage di un’avventura fantadomestica

foto reportage domestico

Capita che in una casa ci siano i fantasmi.

Si parla di rumori, luci che si spengono e riaccendono da sole, porte che si aprono…
Ma a casa mia neanche i fantasmi sono normali…

Ieri sera, tornando dal lavoro, ho notato degli strani segnali…

…degli esseri apparentemente inanimati ed innocui, ma dall’aspetto raggrinzito e anche un po’ umido infestavano l’appartamento! Uno in ogni camera in cui entravo…
Il primo l’ho notato all’ingresso, mi si è parato di fronte non appena varcato l’uscio:

foto camicia E ho pensato: qualcuno mi vuole forse dire qualcosa?

I miei dubbi sono stati confermati quando, entrando in camera da letto…

foto camiciafoto camicia Mh….sembravano venire in pace, queste entità…ma la cosa cominciava ad inquietarmi….cosa volevano da me questi esseri sconosciuti? E perchè parlavano proprio a me, che non avevo mai avuto a che fare con loro nella mia vita? Perchè avevano scelto me?

Altre manifestazioni si sono susseguite velocemente nei minuti successivi….

foto camicia
foto camicia
foto camicia
Il messaggio era ormai chiaro: il mio destino era scritto. E non potevo farci niente…ero senza via di scampo.

La macchina acchiappafantasmi brontolava nel soggiorno, emettendo sbuffi icomprensibili e luci rosse ad intermittenza, chiamandomi all’azione…e a quel punto, con gli occhi pieni di terrore, e il mio animo ormai cosciente di ciò che lo attendeva…

e come in ogni film dell’orrore che si rispetti…mi è toccato stirare le camicie.

Scene da un matrimonio – parte seconda

foto sposa sigaretta

Ancora matrimoni, si.
Direte: ma non parli d’altro?
Sicuramente sono influenzata dal lavoro che faccio (lavoro a Nozzeclick!!), ma oggi è una casualità….vagavo tra le mie foto su Flickr per decidere quale mostrarvi oggi e ho notato che questa è quella più vista in assoluto.
E mi sono chiesta: come mai?
Il titolo di questa foto è ‘Take my freedom but not my cigarette’ (Toglietemi la libertà ma non la sigaretta), e la domanda del giorno è…
lo stress è così forte per via dell’organizzazione del matrimonio o perchè dopo la tua vita sarà un inferno?
Ai posteri l’ardua sentenza…

Scene da un matrimonio

foto coppia amore matrimonio

foto coppia matrimonio
the encounter on the lawn
Inserito originariamente da sciabby

Si avvicina il giorno del matrimonio di una persona (anzi, ormai due) a me cara e non vedo l’ora di potermi scatenare!!
I matrimoni sono le mie occasioni preferite per le abbuffate…non quelle a tavola ma quelle fotografiche!
Momenti di gioia, di pianto e commozione, amici che si ritrovano, persone che hanno speso metà stipendio perchè non si può (no?) mettere lo stesso vestito a due matrimoni, bimbi cicci che si mettono in un angolo del buffet tentando di finirlo tutto da soli…
…abbracci, baci veri e finti, sorrisi e voglia di andarsene perchè le scarpe fanno troppo male…
…e io sarò lì…pronta a catturarli! Dietro l’obiettivo mi diverto più degli altri, perchè è il punto di vista migliore.
PS: anche questa foto, che ci crediate o no, è assolutamente casuale…durante un bellissimo matrimonio settembrino durato dalla mattina al tramonto! Chissà che dietro questa foto non ne sia nato un altro, di matrimonio… :)

a proposito di obiettivi…

foto sport canestro tramonto

foto sport canestro tramonto
(almost) higher than the sun
Inserito originariamente da
sciabby

…chi mi conosce e lavora con me lo sa, la fine del mese e l’inizio di quello seguente è un vero delirio.
Si raggiungono (ma anche no) gli obiettivi, e si riazzera…e di nuovo on the road tutti i giorni, coltello tra i denti!
Praticamente è come giocare una finale tutti i santi mesi, e a quanto pare non riesco a vivere con tutto questo stress…ma neanche senza!

The hard life of a young tourist

foto turista bambino lisbona
The hard life of a young tourist
Inserito originariamente da sciabby

foto turista Lisbona

Sarà la primavera…
Sarà che il lavoro mi tiene sempre in tensione…
..ma io sono sempre più a pezzi!
L’attività più eccitante della mia domenica è stata un giro dell’isolato a piedi solo per prendere aria (per la serie ‘vivi il tuo quartiere’). Peccato che alle 22 di una domenica l’ambiente sia post-atomica.
Ovviamente, stamattina non solo siamo di nuovo operativi.
Si fa per dire.
Perchè dentro sono come questo favoloso ragazzino buttato per terra sfinito dai genitori globe trotter (scattata a Lisbona, ndr)!

1 70 71 72 73 74

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
WordPress Backup