L’inarrestabile febbre della castagnola selvaggia

Ti piace? Dillo ai tuoi amici!

                                           dolci di carnevale senza glutine

Basta guardarsi in giro: è la settimana delle castagnole. Puoi evitarle, puoi far finta che non ti piacciano, ma prima o poi te ne ritrovi una in casa!
I foodbloggers, con e senza glutine, si sono scatenati e ce ne sono mille versioni…insomma, non potevo non farle pure io!
Tanto più che, dopo averne comprate 8 di numero ieri al prezzo popolare di 50 euro al chilo (in un forno che fa solo dolci gluten free), stamattina il Ciriaco (dopo avermi vietato di ricomprarle visto che siamo sotto spese) me ne ha amorevolmente lasciato metà dell’ultima rimasta e ho pensato: è veramente un amore, se le merita.
Mentre sonnecchiava sul divano io smanettavo su internet, mi sono accorta che oltre a Concetta le aveva fatte anche Felix, e allora non potevo che copiare di sana pianta, anche perchè rispetto alle ricette viste in giro, è quella con meno burro…elemento verso il quale ho un po’ di avversione :D
Quindi, la ricetta è quella di Felix e questi sono gli ingredienti che ho usato io (alcuni mi mancavano):
200 g di farina (Mix per dolci Schar)
2 uova
40 g di burro
50 g di zucchero
1 cucchiaio di vaniglia in polvere
1cucchiaio di rum
1 pizzico di sale
8 g di lievito per dolci (Easyglut)
Non avendo (ahimè) impastatrice, ho impastato tutto a mano, prima con un cucchiaio e poi con le mani.
Non le avevo mai fatte, ma effettivamente è stato molto semplice fare le palline di pasta…non sono mai stata brava a friggere (tendo sempre ad usare poco olio e si sa che frittura e poco olio non vanno d’accordo), ma come vedete il risultato, per essere la prima volta, è stato ottimo!!!
Ho usato solo un bicchiere di olio, e ho usato quello d’oliva (in casa nostra gira solo quello ‘buono’).
Ho fatto anche un esperimento mettendone un po’ nel forno (5 minuti in forno ventilato a 200°)….questo è il risultato (praticamente dei bignè biscottosi)

3 Comments on L’inarrestabile febbre della castagnola selvaggia

  1. Felix
    27 febbraio 2011 at 22:17 (9 anni ago)

    Urca che velocità!!! Bravissima ti vennero perfette…
    Ma 50 euro al chilo è un furto per uno dei dolcetti più semplici da rifare anche senza glutine O_O!
    Un bacione! :)

    Rispondi
  2. pharmacy escrow
    20 dicembre 2011 at 21:37 (8 anni ago)

    questi dolci sono deliziosi, gustando solo per una piccola

    Rispondi

Ti va di lasciare un commento?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
WordPress Backup