I Grissinoni di Maia che però sono di Vale

Ti piace? Dillo ai tuoi amici!

La scoperta è piuttosto recente….più o meno da quando sono spuntati i primi due denti alla Pulce (che ora ne ha 4 e sembra un coniglio mannaro): eravamo in visita (scopo spaccio lievito madre) da Vale che aveva appena sfornato questi grissini che fanno parte del suo album dei ricordi: nè io nè la Pulce siamo riuscite a staccarcene, tant’è che ce ne siamo portati a casa un bel po’.

Non sono i classici grissini secchi e croccanti, ma sono fatti con la pasta del pane. Io ho seguito ‘para para’ la ricetta di Vale:

75 g. Biaglut pacco grande
125 g. Glutafin
8 g. sale fino
135 g. lievito madre senza glutine (anche quello ovviamente era di Valenziana provenienza ma aveva fatto un passaggio in freezer)
4 g. zucchero
210 ml acqua
2 cucchiai di olio EVO

Ho messo tutto nel Bimby e ho impastato a velocità 2. In effetti l’impasto è piuttosto appiccicoso ma ho visto di peggio: Vale dice che deve raddoppiare ma il lievito che avevo io forse non era troppo forte (scongelato e ravvivato da poco) e quindi è cresciuto poco.L’ho comunque fatto lievitare circa 3 ore e mezza.

Ho quindi lavorato l’impasto con la farina (ho usato Biaglut) per renderlo più maneggevole e liscio, e non è stato difficile poi allungare dei pezzi e fare questi grissinoni schiacciati.

Ho cotto sulla placca del forno a temperatura massima come da ricetta originale, con carta forno sopra e a coprire e con mia grande sorpresa si sono cotti benissimo! Non li ho fatti dorare molto e sono un po’ palliducci e un po’ più croccanti di quelli assaggiati a casa di Vale, ma il sapore è identico! Caldi caldi e con un po’ di prosciutto crudo, sono un capolavoro :)

Pulce ovviamente ne tiene un pezzo in mano da ieri, leccandolo e sbavandoci sopra e cercando di ammorbidirlo: ma comu ci rissa u surci a nuci, ‘rammi tiempu ca ti spurtusu’!!!

Ossequi, Temibile, per questa ricetta!

Ti va di lasciare un commento?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
WordPress Backup